Partecipazione al XVIII Congresso Nazionale Ipasvi 2018

  • 1
  • 10 gennaio 2018

congresso

Partecipazione al XVIII Congresso Nazionale Ipasvi 2018 – Annuncio IPASVI VIBO VALENTIA

Il Consiglio Direttivo del Collegio Ipasvi d Vibo Valentia  ha deliberato la partecipazione di 55 dei propri

iscritti al XVIII Congresso Nazionale Ipasvi dal titolo “NOI INFERMIERI la nostra impronta sul sistema

salute” che si terrà a Roma, nei giorni 5-6-7 Marzo 2018.

L’iscrizione al congresso è gratuita.

L’evento è a numero chiuso e non è accreditato ECM.

Ai 55 partecipanti sarà offerto viaggio in autobus GT a spese del collegio  .Le  spese di soggiorno e gli extra sono a carico dei partecipanti.

Le richieste di partecipazione verranno accolte nell’ordine di arrivo e devono essere effettuate presso la segreteria del collegio entro e non oltre il 10 febbraio 2018.

Ulteriori richieste oltre  il 55° saranno prese in considerazione in caso di rinuncia da parte degli aventi diritto. Per ulteriori informazioni rivolgersi presso la segreteria del collegio.clicca


Congresso nazionale, la mozione conclusiva sarà scritta assieme ai 102 presidenti provinciali

Congresso nazionale, la mozione conclusiva sarà scritta assieme ai 102 presidenti provinciali

09/01/2018 – Previsti quattro tavoli tematici in cui si lavorerà alle tematiche che saranno incluse nel documento programmatico con cui si chiuderanno i lavori.

La presidente nazionale della Federazione, Barbara Mangiacavalli, ha invitato tutti gli attuali presidenti dei Collegi provinciali Ipasvi a fornire il proprio contributo intellettuale e professionale al Congresso nazionale, in particolar modo partecipando ai quattro tavoli di lavoro che si riuniranno martedì 6 marzo, durante una sessione mattutina parallela a quella plenaria prevista in sala Santa Cecilia presso l’Auditorium di Roma, sede dell’evento. Si tratta di una novità assoluta.

Al TAVOLO 1 si discuterà di “Infermieri e cittadini: esercitare guardando al futuro”. L’obiettivo è fotografare i bisogni di salute della popolazione e porsi in una nuova relazione con il cittadino, facendo dell’infermiere “l’agente morale del cittadino”. Bisognerà, quindi, delineare il rinnovato contesto del sistema-salute, individuando nuove aree di partenariato con il cittadino.

Al TAVOLO 2, si parlerà di: “Mondo del lavoro: esercitare in sicurezza”. Qui, si tratteranno i temi dell’organizzazione del lavoro sotto tutti gli aspetti allo scopo di trovare soluzioni e proposte che armonizzino il rispetto delle norme con la dignità professionale e con i percorsi di crescita all’interno del contesto lavorativo sanitario e sociosanitario. Bisognerà inoltre affrontare e risolvere la questione organizzativa anche per allineare le rinnovate responsabilità richieste agli infermieri, ridisegnando i modelli organizzativi.

Al TAVOLO 3, si discuterà di: “Esercitare in partnership con le altre professioni”, ovvero, vista la complessità del sistema, è necessario rimodulare gli equilibri di potere e di influenza. Saper cogliere le opportunità, evitando infruttuose contrapposizioni. Riconoscimento reciproco e collaborazione al raggiungimento di obiettivi comuni: è questa la sfida da raccogliere.

Al TAVOLO 4, si discuterà la tematica: “Esercitare al massimo delle potenzialità” per delineare criteri e indicatori di modelli innovativi e che valorizzino gli infermieri, a partire dai progetti e dalle buone pratiche che saranno al centro di una specifica sezione del Congresso. Questo, per delineare percorsi a favore della riconoscibilità del ruolo e delle potenzialità della professione.

Per ciascuno dei Tavoli è previsto l’intervento di circa 25 Presidenti Ipasvi con il coordinamento di un componente del Comitato Centrale.
In questi giorni, presso gli uffici della Federazione, stanno pervenendo le preferenze di ciascun presidente rispetto ai quattro tavoli tematici proposti.