OPI-Ordine delle Professioni Infermieristiche di Vibo Valentia

Tutte le informazioni utili sul nostro Ordine

Concorsi per infermieri

Visita la pagina dei concorsi attualmente disponibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato su news, offerte di lavoro e concorsi

Procedura convalida titolo di studio per infermire comunitari e non comunitari

I cittadini stranieri, sia comunitari che non comunitari, in possesso di un titolo conseguito in un paese straniero possono esercitare la professione infermieristica in Italia, previa iscrizione all’Albo, nel rispetto della normativa vigente.

Cittadini comunitari e non comunitari E’ necessario richiedere al ministero della Salute il riconoscimento del titolo professionale conseguito in un paese comunitario o non comunitario.
Una volta ottenuto il decreto di equipollenza l’interessato dovrà recarsi presso il Collegio provinciale territorialmente competente e, prima di procedere all’iscrizione all’Albo, dovrà sostenere un esame volto ad accertare la conoscenza della lingua italiana. Nel caso di cittadini non comunitari è possibile che l’equipollenza debba essere completata attraverso il superamento di ulteriori prove; inoltre il decreto di riconoscimento qualora il sanitario non si iscriva al relativo Albo professionale perde efficacia trascorsi due anni dal suo rilascio.

Cittadini italiani in possesso di un titolo conseguito in un Paese straniero.Preliminarmente è necessario richiedere al ministero della Salute il riconoscimento del titolo professionale conseguito in un paese straniero.
Una volta ottenuto il decreto di equipollenza l’interessato dovrà recarsi presso il Collegio provinciale territorialmente competente e procedere all’iscrizione all’Albo.
Si ricorda che l’iscrizione all’Albo è obbligatoria.

I cittadini italiani
che desiderano svolgere la professione infermieristica all’estero per avere informazioni in merito alle modalità di esercizio professionale devono rivolgersi direttamente all’autorità competente del Paese dove intendono lavorare.
Se viene richiesto il ministero della Salute rilascia un ‘attestato di conformità del good standing.
Rimandiamo al sito del Ministero della Salute per la procedura completa e la modulistica: clicca qui